Ancora poco e sarebbero state due le primavere del suo secondo secolo, ben 102 anni giusto il prossimo 24 marzo. Completamente cieco ma ancora totalmente voce, Little Boy, ovvero Lawrence Ferlinghetti, il miglior fabbro nell’officina della controcultura, è morto adagiandosi in un sorriso. Il suo solito, il suo mantra – “Mangia bene, ridi spesso, ama […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Tutti sotto la coperta con Linus

prev
Articolo Successivo

L’arrosto di Salomone, la birra di pane e la zuppa babilonese: la Bibbia è servita

next