Nel Movimento per cui le giornate sono lunghissime, cinque senatori appena cacciati annunciano una causa contro le espulsioni, altri neo esuli preparano un nuovo gruppo alla Camera, gli altri si chiedono cosa fare. Così Paola Taverna prova a guardare un po’ più in là: “Dobbiamo fermarci un attimo, per riflettere. E dobbiamo rifondare il M5S”. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Salvini come il lupo finito nel pollaio delle larghe intese

prev
Articolo Successivo

“Le 5 stelle ormai si sono spente: fiducia tutta al buio”

next