Davanti al Tribunale di Bologna, chiamato per testimoniare a favore dell’app Deliveroo, A. C. si è presentato come un semplice rider. Uno che lavora ogni tanto, effettua giusto qualche consegna alla settimana, ma conosce colleghi più attivi in grado di guadagnare fino a 4.000 euro al mese. L’ennesima rappresentazione del fattorino felice della flessibilità e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Morte di Sacko: “Fu una caccia, accertata volontà omicida”

prev
Articolo Successivo

Delegato accusato di abusi su hostess. “Così la Cisl coprì”

next