Dopo numerosi annunci, Ankara inizia oggi la campagna vaccinale con una prima tranche di 3milioni di dosi inviate dalla Cina. La Turchia ha deciso di usare SinoVac (il vaccino sviluppato in Cina) perché la acuta crisi economica in corso la costringe a optare per il vaccino meno costoso ancorché non autorizzato in Europa e in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Dalla piccola Ayat ai “ditalini”: come nel 2020, un episodio di intolleranza al giorno

prev
Articolo Successivo

Crisi di governo, all’estero Renzi è “Demolition Man”: i post di Scanzi

next