Manca la visione. “Anche il più scemo del villaggio adesso parla di visione. Ma la visione, cioè l’orizzonte, si costruisce con una idea di futuro. Questi fantasmi che chiedono la visione l’hanno capito?”. Conte è un galleggiatore, un mediatore. Rallenta, non spinge, non innova, non guida. Guidare un governo così ibrido, nato nell’emergenza per tagliare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Renziani, non siate irresponsabili”

prev
Articolo Successivo

Fede nel palloneIl papa è come un portiere di calcio: “I pericoli arrivano da ogni parte”

next