È uscito un libro, al tempo stesso affascinante e inquietante: Le muse nascoste. Protagoniste dimenticate di grandi opere d’arte (Giunti), della qualificata storica dell’arte Lauretta Colonnelli. Racconta, con dottrina e stile limpido e spazioso, il retroterra, dirò così, “femminile”, di sedici capolavori della pittura. Alcune storie sono più o meno semplici; altre terribilmente intricate. Ci […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Addio Cardin, lo stilista venuto dal futuro

prev
Articolo Successivo

Quella volta che Pierre spostò un tavolo di casa per farmi cenare

next