“Ricordatevi questo nome”, aveva detto due anni fa il premier Netanyahu. E ieri, il capo del Programma nucleare iraniano è stato assassinato vicino Teheran. La Nissan nera di Mohsen Fakhrizadeh, professore di Fisica e ufficiale della Guardia rivoluzionaria iraniana, è stata investita da decine di colpi. Un agguato nel quale sono stati feriti gravemente anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Cabrini: “Fosse stato nella Juve sarebbe vivo oggi”

prev
Articolo Successivo

Brutti, sporchi e cattivi: è la Cia, anche con Biden

next