Non mi metto a fare la storia della Rivoluzione francese. Altrimenti direi: “Leggete il Gaxotte e incominciate da lì”. Una constatazione mi pare obbligatoria. Proviamo a guardare i ritratti dei suoi protagonisti, a cominciare da Robespierre. Hanno tutti una tabe fisica: chi gobbo, chi ex prete con tutte le stigmate, chi obeso… Ce n’è uno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Te li do io i…cinepanettoni

prev
Articolo Successivo

Kylie meglio di Madonna: è lei la regina della disco e delle classifiche, sempre in vetta da trent’anni

next