L’intervista

“Sto coi figli, non su Fb”. Un cantautore “contro”

Fabrizio Moro. Esce con le sue “Canzoni d’amore nascoste”: “Scrivo pensando al palco: mi manca”

20 Novembre 2020

La sorpresa è che Fabrizio Moro ride. Prende in giro l’interlocutore. È autoironico. E piazza gommapiuma davanti agli spigoli della vita. “Non capisco perché ho la nomea da eterno incazzato”. Vuoi i testi, sempre impegnati, mafia, soprusi, rivincite, periferie, droga; vuoi per l’atteggiamento ombroso, di chi è pronto a tutto pur di difendersi; vuoi i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.