Qualche margine c’è, almeno sui ristori per le imprese danneggiate dalle misure regionali più restrittive di quelle disposte dal ministro della Salute. Come accade, ad esempio, all’Abruzzo, che si è dato regole da zona rossa quando per il governo è solo arancione, con la differenza che da oggi tutti i negozi sono chiusi e non […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La Vignetta di Mannelli

prev
Articolo Successivo

Moncler a Fontana: ridateci i 10 milioni donati per la Fiera

next