Insisto. Con il lockdown le storie italiane ti arrivano direttamente in casa. Perfino quelle che profumano di ottocento. Come l’autobiografia giuntami via posta tre-quattro giorni fa e che inizia così: “Dai miei nonni materni, la storia della mia famiglia è strettamente legata alla storia del movimento operaio da quattro generazioni. Generazioni che hanno lottato molto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Zona rossa. Cronaca di una giornata tipo aspettando le feste: la priorità resta il cenone

prev
Articolo Successivo

Virus Mondiale. Il calcio italiano esulta: positivi sia i calciatori sia il ranking Fifa

next