La pandemia ha fatto diventare realtà la garanzia di lavoro universale a Gramatneusiedl, un Comune di 3mila abitanti 30 chilometri a sudest di Vienna. Il primo esperimento mondiale di questa forma di reddito universale, ideato dagli economisti dell’Università di Oxford e pagato dall’Ente austriaco per l’occupazione, coinvolgerà 150 disoccupati di lungo periodo ai quali offrirà […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’opposizione senza decenza invoca le urne

prev
Articolo Successivo

Il covid spinge un nuovo welfare universale

next