Loro, per il virus, sono “le vittime perfette”. Sono anziani, cronici, con più patologie e, vivono, di necessità, in comunità. Sono i nonni, le madri, i padri, i nostri cari che in sempre più casi, non potendo essere assistiti in famiglia, trovano casa nelle residenze per gli anziani. Quelli su cui nei mesi scorsi sono […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Respinti gli anziani in ospedale: 300 casi in Lombardia

prev
Articolo Successivo

Papeete, sequestrati 500mila euro per una frode fiscale

next