Sono più di 45 mila i siriani che si sono già registrati all’Ufficio per il Lavoro aperto dall’esercito russo nella città portuale di Latakia. La base aerea di Khmeimim è il posto dove vanno i giovani siriani che vogliono diventare mercenari, decine di migliaia di loro sono già schierati in Libia, nello Yemen e anche […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Latte diluito e formaggio sporco: Lactalis non butta nulla

prev
Articolo Successivo

“Ecco perché ho accettato l’incarico di Franceschini”

next