Il Tribunale distrettuale del Delaware ha dato ragione all’Eni, che chiedeva alla società Drumcliffe di esibire i documenti sui suoi accordi con la Nigeria. La compagnia petrolifera italiana si è appellata a una procedura americana (la 1782) che obbliga un’azienda Usa a mettere a disposizione documenti che possano servire a un’altra azienda per difendersi in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Tiziano e Russo diedero a Chigi i contatti di Romeo

prev
Articolo Successivo

Da Consip a Cesaro, le inchieste che possono finire nel cestino per una sentenza della Cassazione sul trojan

next