Cronaca di una sentenza inevitabile per quanto i fatti abbiano sempre parlato da soli. Luca Palamara è stato rimosso dalla magistratura dai giudici disciplinari del Csm e l’ex potente consigliere del Csm, “con la toga sempre nel cuore”, cambia campo e se ne va al partito Radicale come membro della commissione Giustizia interna che spinge […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Consip, riecco Romeo: ammesso alla nuova gara

prev
Articolo Successivo

Simbolo e iscritti: perché Casaleggio non può usarli

next