Alfredo Romeo ci riprova. L’impresa del re delle pulizie arrestato per la presunta corruzione di un funzionario Consip nel 2017 (scarcerato poco dopo e ora in attesa di giudizio) è stata ammessa alla seconda fase della gara FM per la pulizia e manutenzione dei grandi immobili pubblici indetta proprio dalla Consip. “Il concorrente – Romeo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Eboli, il sindaco agli arresti mette a nudo il sistema dei “deluchiani”

prev
Articolo Successivo

Il Palamara radiato diventa radicale

next