Culi deliziosi, nessun pelo fuori posto: con gran gusto e intelligenza Fabio Condemi firma un impeccabile allestimento (e traduzione e adattamento) della Filosofia nel boudoir del Marchese de Sade (1740-1814), opera in forma di “dialoghi destinati all’educazione delle giovani fanciulle”. Siamo nel 1795, in piena Rivoluzione francese, e il pedagogo Sade impartisce lezioni di politica […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Meryl Streep in crociera con Steven Soderbergh

prev
Articolo Successivo

Quattro passi nel soprannaturale con Jude: che brivido “The Third Day”

next