C’è chi ha lanciato un pallone. Chi ci ha provato con un drone. E chi con formaggio e salame. Nel solo biennio 2019-2020 sono entrati nelle nostre carceri ben 2.725 microcellulari. Un’impennata notevole se consideriamo i dati del triennio 2016-2018: rispettivamente 149, 252 e 502 apparecchi recuperati all’interno dei penitenziari. Il dato più grave riguarda […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Autostrade, il governo attende ancora i Benetton

prev
Articolo Successivo

Babbo Renzi, come scompare la notizia

next