Pur di scongiurare la morte prima della nascita dei negoziati ora in corso a Doha, tra il governo afghano e i talebani, nella speranza di mettere così la parola fine anche alla guerra più lunga combattuta, e persa, dagli americani nella storia contemporanea, Washington ha dovuto digerire la liberazione da parte delle autorità di Kabul […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

“Via quelle donne: ci deprezzano le case”

prev
Articolo Successivo

Lukashenko s’insedia in gran segreto: proteste in piazza a Minsk

next