Non solo i commercialisti vicini alla Lega, ora anche i parlamentari del partito finiscono nella rete delle segnalazioni antiriciclaggio della Banca d’Italia. Una nota dell’Unita d’informazione finanziaria (Uif) riguarda le operazioni sospette del tesoriere Giulio Centemero e del senatore Stefano Borghesi, entrambi figure di spicco della nuova Lega di Matteo Salvini che ieri ha spiegato: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Suárez, così immagino. L’interrogatorio

prev
Articolo Successivo

La tessera del vecchio Carroccio ora ha il simbolo della nuova Lega

next