Soltanto negli ultimi due anni, ho scritto qualcosa come quattro romanzi. Va bene, direte, ma chi se ne frega, sì in effetti, eppure io faccio questo, di mestiere. Al secolo: poverissima. L’editoria con me storce il naso, non la capisco, ricambiata c’è da dire. Predilige nomi aurei? Perfetto. Ad ogni modo, decido di pubblicare un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Addio al miglior Gesù della storia (e di Pasolini)

prev
Articolo Successivo

Davigo andrà in pensione il prossimo mese, “ma devo restare consigliere del Csm”

next