Non è chiaro se gli abbia giocato più contro il demone del padre nazista o la sua ‘Angela’ custode. Fatto sta che l’attesa è stata insolitamente lunga. Alla fine, però, Arndt Freytag von Loringhoven, diplomatico tedesco di lungo corso, designato ambasciatore a Varsavia, ha ottenuto il gradimento del presidente polacco Andrzej Duda e può ora […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“L’arte è Liberazione Persino dalla sofferenza: come Gramsci sui muri della sua Sardegna”

prev
Articolo Successivo

Amianto/3, la causa penalmente rilevante è il cuore del problema

next