Per fronteggiare l’emergenza Covid a maggio ci aveva provato con la “patente sanitaria’’ del turista, bollata come incostituzionale dal ministro degli Affari regionali Boccia e trasformata in un più innocuo “protocollo’’. Sul sottile confine del conflitto di attribuzioni tra Stato e Regione ieri il governatore Nello Musumeci ha rotto ogni indugio, mostrando il pugno duro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

1210 infetti come il 4 maggio Oggi i primi test sul vaccino

prev
Articolo Successivo

Plexiglas, discoteche: “Lobbisti somari e colpe della stampa”

next