Per tutta la giornata di ieri, i possibili furbastri leghisti che avrebbero ottenuto il bonus da 600 euro previsto dall’Inps per i titolari di partita Iva sono rimbalzati tra le chat interne al partito di Matteo Salvini. Lo stesso che, meno di cinque mesi fa, mentre il sito dell’Inps andava in palla per le troppe […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Bonus: l’hanno preso in 3 Mistero su Italia Viva e 5S

prev
Articolo Successivo

“Lo stipendio non basta”: la carica degli eletti locali

next