La “Scempia-coste” è illegittima e va fermata. Il governo ha impugnato davanti alla Corte costituzionale il testo della legge 21 promulgato il 13 luglio dal Consiglio regionale sardo: “Norme di interpretazione autentica del Piano paesaggistico regionale”, con cui la maggioranza sardo-leghista di Christian Solinas voleva neutralizzare il Ppr Soru avocando a sé il potere decisionale […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Contrario. Una mancetta che alimenta gli stereotipi

prev
Articolo Successivo

Trivelle, l’emendamento M5S aumenta ancora le restrizioni. Il settore si rivolta

next