Non è più il paese della “capitale in rovina”. Giuseppe Conte non è più il premier che si inventava le lezioni alla New York University “dove nessuno lo conosce”. Il corrispondente del New York Times da Roma, Jason Horowitz ha cambiato registro e su uno dei più giornali più prestigiosi al mondo fa l’elogio dell’Italia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Niente Conte, i ciellini vogliono Draghi

prev
Articolo Successivo

Dittatura? È il Parlamento con meno decreti e fiducie

next