L’accusa è chiara: troppo potere nelle mani di pochi, pochissimi. C’è un recinto digitale in cui lo steccato è formato dalle regole decise dai grandi monopolisti e il cui accesso è consentito solo a chi è disposto ad accettarle e a lasciare fuori le proprie. Parliamo di Internet e dei suoi servizi: e-commerce, social network, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Grosso guaio (di omonimi) in Toscana

prev
Articolo Successivo

In tutti i meeting Trump regala ai capi di governo una foto di Melania nuda

next