“Era un dovere oltre che un piacere realizzare una stagione normale. In più, a dispetto di chi va al risparmio, il nostro sforzo è stato quello di impiegare e far lavorare il maggior numero possibile di attori e professionisti dello spettacolo”. Così, Gigi Proietti matador del Silvano Toti Globe Theatre di Roma, il teatro elisabettiano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

E ora Villa Verdi rischia una Messa da Requiem

prev
Articolo Successivo

Land Rover Defender: estetica e tecnica nuove ma stessa avventura

next