Gianni Letta, detto Zolletta, è il presidente emerito della repubblica dei velluti. È fatto di gomma e dopobarba: “Se posso essere utile, mi attivo subito”. Non parla inglese. Sussurra in italiano e si copre la bocca quando risponde al telefonino da 29 euro. Si muove da solo. Lavora da solo. Conosce tutti. Presenta premi e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Quando la piccola Alessandra faceva i compiti con Gadda

prev
Articolo Successivo

E ora Villa Verdi rischia una Messa da Requiem

next