Chiunque avesse appoggiato Roberto Francese, il sindaco di Robbio in provincia di Pavia, quando attaccava la Regione Lombardia, perché voleva fare i test sierologici, sarebbe stato messo fuori dalla Lega. E l’ordine sarebbe partito direttamente da Matteo Salvini. L’intimazione riguarda un esponente di lunga data come Lorenzo Demartini, ex consigliere regionale che, nella scorsa primavera, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Test, intreccio diasorin-fondazione leghista

prev
Articolo Successivo

Donazioni Fiera: la Gdf negli uffici della società che gestì i soldi

next