I giallorosa si alzano in piedi, tutti. Battono le mani, all’uomo che alcuni di loro avrebbero voluto disarcionare già settimane fa, al presidente del Consiglio Giuseppe Conte che parla alle Camere per raccontare la sua vittoria in Europa. Ma il tempo degli applausi dura un pugno di ore, quanto basta al segretario del Partito democratico […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

Di Battista: “Accordo eccellente. Ora va cancellato il Patto di Stabilità”

next