È notte fonda quando il consiglio dei ministri si chiude: la convocazione notturna, ufficialmente dovuta alla volontà di non destabilizzare i mercati e attendere gli impegni della squadra di governo, è un pessimo segnale per la trasparenza e per la stabilità dell’esecutivo. Così, quando questo giornale andava in stampa, la sorte della concessione di Autostrade […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vignetta di Mannelli

prev
Articolo Successivo

Lettera di Di Maio al Fatto Quotidiano: “Letta, Draghi, Mion: è lavoro, parlo con chi non la pensa come me”

next