Verrebbe da citare Fantozzi, se non fosse persino troppo poco. Il caro vecchio geometra Calboni – per i non appassionati alla saga: l’arrivista leccapiedi che urla “è un bel direttore!” al cospetto del Conte Catellani – è infatti un pallido precursore di quel che accade oggi a Libero, il quotidiano fondato da Vittorio Feltri. Il […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Decapitazioni, suicidi e stupri di bambini. La chat dell’orrore dei venti minorenni

prev
Articolo Successivo

L’assemblea: “Beni comuni nel codice civile”

next