Il Palazzo resta il loro primo grande amore e infatti non se ne sono mai andati. Anche se da tempo non siedono più sugli onorevoli scranni (che tanto ancora anelano), gli ex parlamentari riuniti in Associazione non mollano l’assedio. E anzi sono pronti a nuove imprese: sempre però tra i marmi, gli arazzi e i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Emiliano e Zaia: che buono il vino di Vespa, specie se siamo in tanti e senza mascherina

prev
Articolo Successivo

Salvini-Lucarelli, ecco chi è il presidente dell’Ordine

next