Le università hanno voglia di ripartire, ma “tutti in aula” da subito è ancora impossibile. “E allora perché il genitore di un neo diplomato fuori sede dovrebbe decidere di immatricolare il figlio all’università, sostenendo spese ingenti per affitto e quant’altro, pur sapendo che frequenterà le aule solo per una frazione risibile del semestre?”. È racchiusa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Covid-19, l’autunno caldo delle università

prev
Articolo Successivo

Gli amplessi da incubo tra il barone guascone e la duchessa (adultera)

next