Succede ogni tanto che Davide sconfigga Golia o almeno che lo tenga fermo per qualche mese grazie a una sentenza del Tar. È successo venerdì pomeriggio al tribunale amministrativo di Milano in cui A2A – una multiutility da 7,3 miliardi di euro di fatturato nel 2019 – s’è vista bloccare l’ingresso nel capitale di AEB, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’inchino al re del cemento. Di Maio e quella memoria corta

prev
Articolo Successivo

Cuneo fiscale. Cambia il bonus Irpef: i 100 euro e chi li avrà

next