“Questa pandemia rappresenta una minaccia grandissima per i rifugiati, l’80% delle decine di milioni di persone nel mondo che vive in Paesi fragili, con lavori saltuari e per cui l’impatto economico della crisi del Covid può essere devastante”. Carlotta Sami è portavoce per l’Italia dell’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati (Unhcr), impegnato negli ultimi mesi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Muriel ha messo Trump KO, a Washington la legge è lei

prev
Articolo Successivo

Salvini, dall’ossessione social alla nuova “sindrome Cuccia”

next