La Procura di Milano ha un fascicolo aperto sulla fornitura di camici e altro materiale sanitario offerti alla Regione Lombardia dalla Dama spa, l’azienda controllata da Andrea Dini e da sua sorella Roberta, moglie del presidente lombardo Attilio Fontana. Giornata pesante, quella di ieri, per il presidente, che in mattinata ha visto il Tar annullare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Pulcini, “tose” e topi: Zaia non si ferma più

prev
Articolo Successivo

L’accordo Diasorin annullato dal Tar. Atti ai pm contabili

next