Il fuggi fuggi non poteva certamente essere fermato a colpi di impugnative in tribunale. E al governo era ormai chiaro che la tabella di marcia che vedeva bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici rimanere chiusi per altre due settimane non sarebbe stata rispettata. Tanto più che i dati sui contagi sembrano confortanti, pur con le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La Cattiveria

prev
Articolo Successivo

Fatto a mano di Natangelo

next