C’è chi set e chi no. Chi traccheggia e chi si dà da fare o, almeno, da pensare. Se il fermo riprese è (stato) una costante europea, le ripartenze battono bandiera nazionale: chi prima arriva meglio alloggia. Si tratta non solo di rilanciare le proprie produzioni, ma in un mercato sempre più globale di richiamare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Sigarette e Cialis con i fondi per la Libia

prev
Articolo Successivo

Dark Polo Gang, essere cattivi è solo un gioco

next