Da rapida e libera dea della frivolezza qual è, Chiara Ferragni non si lascia irretire dall’impostura del pandemicamente corretto. Per dirla con Gianluca Veneziani non fa mai la povera con la povertà degli altri. Tanto è vero che la fashion blogger di Cremona non figura su Le Monde nell’appello di Juliette Binoche e dell’astrofisico Aurelién […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Fattorie didattiche, un’alternativa alle scuole chiuse

prev
Articolo Successivo

Nelo Risi, poeta per dovere che mette il cinema in versi

next