“Io credo che il mio caso riassuma tutto quello che è andato storto in Lombardia”. La premessa di Luca Paladini, 50 anni, portavoce dei Sentinelli e attivista gay molto noto, è indispensabile per comprendere l’insieme di eventi disgraziati che hanno segnato la sua esperienza con il Covid. Luca vive a Milano, ha un compagno che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il surriscaldamento globale se ne frega dei Santi di ghiaccio

prev
Articolo Successivo

La resa di Renzi: se rompe ci sarà l’esodo da Italia Viva

next