Caro Alessandro Sallusti, anche se qualcuno si sorprenderà, io ho per te stima umana e professionale. Sentimenti che, credo, siano reciproci visto che per quattro volte mi proponesti di venire al Giornale (tre volte me lo propose Feltri, due Belpietro, una Giordano). Tutte proposte lusinghiere che fui costretto a rifiutare per una mia coerenza che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Trans in paradiso, i rutti di Pietro e Bezos depresso

prev
Articolo Successivo

Ogni giorno nuovi dati: a che servono?

next