Contrasti, urla, lettere di fuoco, nei giorni bollenti in cui l’ospedale di Alzano Lombardo fu lasciato diventare il cluster infettivo più micidiale d’Europa. Tra mille bugie e reticenze ufficiali, comincia a emergere la verità su ciò che è successo in quell’ospedale, sulle scelte dell’Azienda socio sanitaria territoriale (Asst) Bergamo Est da cui dipende e, su […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

“Noi caduti come mosche, ma abbiamo dato il culo”

prev
Articolo Successivo

Anche in Piemonte gli infetti nelle Rsa

next