Cinque ore, da questo intervallo temporale parte la Procura di Bergamo per fare luce sui motivi che hanno reso l’ospedale di Alzano Lombardo un micidiale vettore per la diffusione del Covid-19 e per capire quali possano essere state le responsabilità, anche a livelli politici più alti, rispetto alla mancata istituzione della zona rossa tra Alzano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“La Regione sempre con noi sul no a Nembro zona rossa”

prev
Articolo Successivo

Presidio Covid al “Civili”: scontro a Brescia

next