C’è una società che sta festeggiando in borsa nonostante, anzi a causa del coronavirus. Si chiama Diasorin, ha sede a Saluggia, la cittadina di 4 mila abitanti nel vercellese, famosa finora soprattutto per le scorie nucleari. Questo gruppo multinazionale con stabilimenti sparsi per il mondo in due giorni ha guadagnato dieci euro per azione e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’allarme: “Mancano i reagenti per i tamponi”

prev
Articolo Successivo

Viva la vita!

next