Tutti lo vogliono, la maggioranza, opposizioni e anche il ministro della Salute, Roberto Speranza. Ma lo scudo penale e civile per medici e infermieri impegnati contro il coronavirus non sarà facile da mettere nero su bianco. Innanzitutto perché va trovata una sintesi della pioggia di emendamenti in Parlamento al decreto Cura Italia. E poi perché […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Al numero 6 non basta più l’ossigeno, chiama la famiglia”

prev
Articolo Successivo

L’Inps riparte a fatica. Aperta un’istruttoria

next