Dopo un quindicennio di bilanci formalmente in attivo l’Anas chiude l’esercizio 2019 con una perdita di 71 milioni di euro. Una cifra notevole che però non dice tutta la verità sulle reali condizioni dell’Azienda delle strade, società interamente a capitale pubblico inglobata un paio di anni fa dalle Ferrovie dello Stato. L’ad Massimo Simonini ha […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La guerra commerciale tra Usa e Cina ora dipende dal virus

prev
Articolo Successivo

La pandemia del greggio affossa i piani di Trump

next