Nel mondo normale – quello di prima – la politica economica e anche quella monetaria si basavano su previsioni del futuro, sempre imperfette e spesso sbagliate, ma comunque utili come bussola. Almeno per capire quali erano le attese degli altri operatori e regolarsi di conseguenza. Per la prima volta nella storia, oggi non siamo in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Dopovirus: non sarà il Partito del Cemento a salvare l’economia

prev
Articolo Successivo

Il tracollo del Ssn: meno ospedali, posti letto dimezzati in trent’anni

next